Crea sito

Energia Alternativa: Solare Termodinamico

solare termodinamico

Cos’è e come funziona il solare termodinamico?
L’energia del Sole può essere trasformata in elettricità sia da impianti a celle fotovoltaiche, sia da centrali termodinamiche, che sfruttano un principio diverso.

Come nelle centrale termoelettriche tradizionali, anche qui l’energia elettrica viene generata dal movimento di una turbina a vapore, ma questo vapore non è ottenuto bruciando carbone o gasolio, bensì sfruttando la radiazione diretta del sole per mezzo di una tecnologia detta “a concentrazione”.

In pratica la luce viene catturata dal correttore, un sistema ottico solitamente composto da specchi parabolici che la riflettono, concentrandola, su un ricevitore opportunamente collocato.

Questo la assorbe e ne trasferisce l’energia a un fluido termovettore che aziona la turbina a vapore collegata a un generatore.

Un’applicazione particolare del solare termodinamico è stata sviluppata dal premio Nobel Carlo Rubbia, che si è ispirato agli specchi ustori di Archimede.

Nell’impianto sperimentale realizzato, una serie di specchi parabolici con un’apertura di oltre 5 metri, collocati su un’area di un chilometro quadrato, concentrano la luce su un fluido composto da una miscela di sali che può raggiungere la temperatura di 550 C°.

Il fluido rovente alimenta poi uno scambiatore di calore che genera il vapore.

Questo impianto potrebbe alimentare un’intera cittadina, cosa che non stupisce se si pensa che per soddisfare il fabbisogno mondiale di energia sarebbe sufficiente trasformare in elettricità l’1% dell’energia che ci arriva dal Sole.

Al momento l’elevato costo di installazione degli impianti solari termodinamici ne ha limitato la diffusione, ma si spera che il progresso tecnologico possa renderli presto competitivi.

Pubblica questa notizia: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • OKnotizie
  • Technorati
  • TwitThis
Share

Leave a Reply

*

Siti per blog