Crea sito

Trasporti: Treni A Levitazione Magnetica

treno levitazione magnetica


Come funziona un treno a levitazione magnetica?
Il treno viaggia grazie ad un motore elettrico detto che guadagna spinta grazie all’  ”induzione lineare”. Questo motore è utilizzato per numerose applicazioni, come gli ottovolanti nei parchi di divertimento o le porte scorrevoli: sistemi nei quali una parte mobile gira sopra una fissa.

Il Shanghai Transrapid ha però una caratteristica particolare: scivola galleggiando sopra le rotaie. Per comprendere il funzionamento di questo tipo di motore, immaginiamo di porre un magnete sotto il treno e due magneti sulla rotaia, orientati in maniera opportuna.

Se facciamo scivolare in avanti i magneti sulla rotaia, essi fanno muovere il treno: infatti il polo (in questo caso mettiamo il polo sud) del magnete sotto il treno è attratto dal corrispondente sulla rotaia (polo nord), e respinto dal magnete precedente della rotaia (polo sud). Questa combinazione di forze attrattive e repulsive fa sì che il vagone sia “agganciato” e spinto in avanti. Immaginiamo ora di porre sotto il treno una lunga fila di magneti uno dietro l’altro, mentre sulla rotaia poniamo elettromagneti il cui campo magnetico può essere fatto variare.

Cambiando alternatamente la polarità, gli elettromagneti sulla rotaia spingono in avanti i magneti che li precedono e attraggono quelli che li seguono. Possono così far avanzare il veicolo lungo la rotaia, pur restando fermi. Nel Transrapid sulla rotaia è posta una lunga fila di elettromagneti, nei quali scorre corrente alternata.

Essi generano un campo magnetico traslante, che interagisce con i magneti posti sotto il treno facendo avanzare il veicolo. A differenza delle automobili o dei treni tradizionali, quindi, il motore del Transrapid non si trova sul veicolo ma sulla rotaia. All’interazione tra questi due gruppi di magneti è anche dovuta la levitazione del treno, che lo mantiene sospeso in aria.

Potrebbe interessarti anche guadagnare online

Pubblica questa notizia: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • OKnotizie
  • Technorati
  • TwitThis
Share

Leave a Reply

*

Siti per blog